San Cataldo in mare, ecco gli orari della processione

A Taranto è festa il 10 maggio, com’è noto, ma gli abitanti attendono soprattutto la sera dell’8 quando il simbolo del patrono passa dalla Curia alle autorità del Comune (u pregge), lasciando il Duomo e percorrendo un tratto della Città Vecchia, per poi imbarcarsi sulla motonave Cheradi, per compiere un paio di giri in Mar Grande e, seguita da una flotta di imbarcazioni private e di pescherecci, attraversa il canale entrando il Mar Piccolo rievocando la leggenda. Domani sera, dunque, ponte girevole aperto a partire dalle 20.30 “fino a termine esigenza” precisa Marisud.

Per l’eventuale passaggio in emergenza di ambulanze, mezzi dei Vigili del Fuoco e autopattuglie, il ponte potrà essere richiuso con preavviso di almeno 30 minuti”.

Escursioni marittime tra i due mari di Taranto

Il servizio di idrovie dell’ Amat invita alla riscoperta della maggiore risorsa di Taranto, il mare.

Le traversate in Mar Piccolo ed in Mar Grande, a bordo delle motonavi Adria e Clodia, ti permetteranno di conoscere la città da una prospettiva completamente nuova e da fascinate.

Accompagnati da una guida competente, il viaggio si arricchirà di racconti interessanti. Potrete così scoprire le bellezze paesaggistiche, storiche e naturalistiche che hanno fatto grande l’incantevole città di Taranto. Un viaggio incredibile che non mancherà di emozionarvi.

Questa notizia mi riempie il cuore di gioia perché da qui si capisce che il turismo a Taranto sta veramente crescendo, infatti l’attività in mare adesso, relativa alle gite turistiche è svolta praticamente da tre imbarcazioni e non più soltanto da una sola.

Info biglietti presso:

Ufficio Abbonamenti Amat: (+39) 099 452 6785

Dal Lunedì al Venerdì | 7:30-12:30 / 15:00 17:30

Perché venire a Taranto in vacanza?

Il mare di Taranto, sabbia dorata, bellissime pinete, lunghi tratti deserti che ricordano gli incantevoli paesaggi degli anni cinquanta. Coste estese da Castellaneta Marina a Torre Colimena, un continuo alternarsi di baie e lunghe spiagge come quelle a Ginosa Marina.

Dopo Campomarino si può ammirare anche la duna di sabbia, la tipica macchia mediterranea che sprigiona profumi in ogni stagione. Direzione Bosco Pineto e si incontra un autentico paradiso dove lunghe spiagge, dune e sabbia finissima raggiungono i vostri occhi.

Imperdibile Onda Blu e Lido Zanzibar in posizione privilegiata. Vi si accede attraverso un passeggio di natura incontaminata.

Il litorale, con pinete e macchia mediterranea, vi conquisterà per gli ampi tratti. E poi un mare stupendo, cristallino e chiaro, con fondali sabbiosi.

La Spiaggetta Club si distingue per essere uno degli stabilimenti balneari più curati. La struttura è creata per conservare comunque i luoghi naturali.

Canneto Beach e Lido Gandoli. Entrambi sono attrezzate e complete di terrazze sul mare, ristorante e gelateria.

Lido Gandoli è nota per la sua terrazza con vista mare. Canneto Beach e Lido Gandoli organizzano eventi nel corso di tutta la stagione estiva.

El Cohiba 59 è lo stabilimento balneare con un mare meraviglioso e non rinuncia a comfort, un eccellente servizio ristorazione aperto ogni giorno.

È inoltre possibile prenotare corsi e sport acquatici grazie all’associazione Kitesurf Taranto che offre possibilità di esplorare il litorale.

Campomarino di Maruggio é una località che ha conquistato anche il Certificato d’eccellenza per via dei molti turisti soddisfatti.

San Pietro in Bevagna vi conquisterà, oasi di spiagge incontaminate ed un mare davvero caraibico.

Il paesino che dà il nome a questo posto offre molto in termini turistici, il posto merita soprattutto per chi vuol godersi il mare. Nelle immediate vicinanze è possibili affittare abitazioni.

A pochi km da qui non mancano discoteche, pub, stabilimenti balneari e Porto Cesareo.

La Salina dei Monaci è meravigliosa, ricca di storia e di bellezze naturalistiche. E’ nota perché qui si depositava il sale marino, nel Medioevo i monaci trasformarono il sito in una fabbrica di sale.

Oggi è diventata l’habitat ideale di numerosi uccelli acquatici come aironi, cavalieri d’Italia e nel mese di maggio i fenicotteri rosa.

Torre Colimena fa parte delle innumerevoli torri sparse su tutto il litorale pugliese. Quel che sorprende molto è lo stato di conservazione.

Consigliatissima è spiaggia Salina Vecchia. E’ nota per la sua soffice sabbia, fondali sicuri anche per i più piccoli. In prossimità della torre, la sabbia lascia il posto agli scogli.

A pochi minuti di auto da qui la spiaggia di Punta Prosciutto, una insenatura di sabbia bianca con accessi liberi al mare e piccoli stabilimenti balneari, famosa per il mare cristallino.

Poco distante da qui Torre Lapillo e le meravigliose insenature con spiagge e con lidi molto belli.

Porto Cesareo infine é apprezzato per la presenza di un’area marina protetta con formazioni di corallo e grotte con scenarii sorprendenti per gli appassionati di Snorkeling.

Visita al faro di Capo San Vito

E’ in corso di preparazione la prossima visita al faro di San Vito. Chi volesse partecipare faccia pervenire la richiesta via e-mail all’indirizzo prolococaposanvito.ta@gmail.com

A seguito di nuove disposizione da parte del comando dei fari abbiamo dovuto rivedere le modalità relative alle domande per effettuare le visite.

In particolare per poter accedere al faro sarà necessario rilasciare le seguenti dichiarazioni liberatorie, una personale e l’altra in caso di presenza di minori di anni 14.

LA PROSSIMA VISITA E’ STABILITA PER SABATO 8 SETTEMBRE

Le domande dovranno essere indirizzate a prolococaposanvito.ta@gmail.com entro LUNEDì 3 SETTEMBRE.

Le visite avranno luogo dalle 09.00 alle 11.00 e l’accesso sarà consentito alla presentazione delle dichiarazioni liberatorie di cui sopra.

Dati gli spazi, potranno accedere non più di 30 visitatori per volta, per cui saranno prese in considerazione le domande in ordine di ricezione, dando comunque priorità ai soci della PROLOCO CAPO SAN VITO.

Visita il gruppo Facebook della Proloco di Capo San Vito:

https://www.facebook.com/groups/660544927412562/permalink/1369992523134462/

Turismo sull’isola

124112980

I turisti italiani e stranieri “trovano una città meravigliosa, molto più bella delle loro aspettative, anche se evidenziano che ancora deve acquisire una mentalità turistica, ancora piuttosto lontana da quella del Salento”. Così riferisce Graziana Miccoli, a nome dei titolari delle ventidue strutture ricettive (tra alberghi e bed and breakfast) e di una ventina di dimore ospitali della Città vecchia. Il colloquio avviene in piazzetta San Francesco, dove i brani jazz diffusi solitamente diffusi dal bar nei pressi di Arco Carmine vengono per una volta sostituiti dalle note classicheggianti del pianoforte suonato dal maestro Dante Roberto, che qui ha preso casa. Migliore ambientazione non poteva esserci!

Da un’intervista fatta a Graziana Miccoli di Angelo Diofano pubblicata sul corriereditaranto.it.