Cibo per la mente “Caffè Letterario”

Ha aperto i battenti al pubblico il 1^ Novembre 2014 il Caffè Letterario.
Barbara Lacitignola è soddisfatta del suo operato e di come la sua attività abbia portato un miglioramento all’interno della città vecchia, constatato nel corso degli anni, di cui , per l’appunto, si definisce partecipe.

La scelta di avviare l’attività nasce da un’idea Sua e di sua sorella Claudia che optano la città vecchia come luogo definitivo per accogliere il loro Caffè Letterario per il desiderio che avevano di tornare nel centro storico.

A seguito di un’indagine di mercato le due comprendono che via Duomo era sprovvisto di un posto come quello raffigurante nella loro idea imprenditoriale:sarà questo lo sfogo ottimale che le porterà a prendere la loro decisione finale.

Ma attenzione, il Caffè Letterario non è solo un semplice bar: è spesso, infatti, luogo di numerosi eventi, quali presentazioni di libri,mostre di quadri, live painting, dj set con concerti dal vivo almeno due volte alla settimana e musicisti scelti in maniera accurata.

A cura di Nadia Bufano

Il MESTIERE di Franco Lupoli

La creatività è alla base del mestiere da artigiano di Franco Lupoli.
Ha un laboratorio nella Piazzetta San Francesco dove tiene esposti tutti i suoi lavori, oltre che una collezione di oggetti d’epoca di tutto rispetto.

Si ispira alla sua città di mare per le sue creazioni, ecco perché , ultimamente, ha deciso di creare ricci e pesciolini in legno.

Nel suo negozio sono presenti ancora vecchi oggetti raccolti per la strada.
E’ il caso, per esempio, di un vecchio scrittoio e tanto altro.

Una curiosità? Alcuni di questi oggetti sono stati affittati per apparire in film.
Uno fra tanti, questo vecchio giradischi utilizzato per il film ‘La vita promessa’.

A cura di Nadia Bufano